Si riportano alcune informazioni per rispondere in sintesi alle domande più frequenti poste da informatici neolaureati interessati ad esercitare la libera professione con l’iscrizione all’ordine degli ingegneri. Per approfondimenti si segnalano anche alcuni utili documenti.
Gli esami di Stato per l’abilitazione all’esercizio delle professioni di ingegnere hanno luogo ogni anno in due sessioni, indette con ordinanza del Ministro dell’istruzione, da pubblicarsi nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica e nel Bollettino ufficiale del Ministero dell’istruzione.
Gli esami di Stato possono svolgersi nei capoluoghi di Provincia e nelle città sedi di Università o Istituti superiori, che siano altresì sedi di Ordini o Collegi professionali.

 

Modalità di svolgimento delle prove di esame

Il DPR 328/01 stabilisce che l’esame di Stato debba consistere di quattro prove, ognuna delle quali è propedeutica alla successiva. Per quanto riguarda i contenuti delle prove è prevista una differenzazione per i candidati della Sezione A (laureati specialistici) e della Sezione B (laureati). In particolare sono diversi sia i livelli di approfondimento delle tematiche oggetto di esame, sia la complessità degli argomenti.

  • La prima prova scritta, della durata di 4 ore, è relativa alle materie caratterizzanti il settore per il quale è richiesta l’iscrizione. Essa consiste nello svolgimento di un tema su di un argomento di carattere generale che coinvolga diversi aspetti del settore, con riferimento ad almeno due classi di lauree specialistiche per i candidati laureati quinquennali o ad almeno due ambiti disciplinari tra quelli caratterizzanti peri candidati con titolo di studio triennale.
  • La seconda prova scritta, della durata di 4 ore, è relativa alle materie caratterizzanti la classe di laurea specialistica (o ambito disciplinare per la Sezione B). Essa consiste nello svolgimento di un tema che coinvolga i diversi aspetti di una classe di laurea specialistica (o ambito disciplinare).
  • La prova orale riguarda le materie oggetto delle prove scritte e tende ad accertare le conoscenze del Candidato anche nell’ambito della legislazione e della deontologia professionale.
  • La prova pratica di progettazione, della durata di 8 ore, è relativa alle materie caratterizzanti la classe di laurea specialistica (o ambito disciplinare per la Sezione B). Essa consiste nella redazione di un progetto.

 

Preparazione alle prove scritte

Poiché non è stato definito un programma per gli esami di Stato per l’abilitazione all’esercizio della professione di ingegnere, a titolo puramente orientativo si suggerisce che il candidato abbia conoscenze di base sugli argomenti di seguito elencati. Queste conoscenze dovrebbero essere possedute sia dai candidati della Sezione A che da quelli della Sezione B, anche se per i primi è richiesto un maggior livello di approfondimento.

  • Architetture dei sistemi di elaborazione
  • Basi di dati
  • Ingegneria del software
  • Linguaggi di programmazione
  • Programmazione a oggetti
  • Reti di calcolatori
  • Sistemi operativi

 

Per saperne di più visitate il sito della Facoltà di Ingegneria, dove potete trovare il bando, le modalità di iscrizione per l'esame di stato ed i testi degli esami passati. Altri documenti utili sono riportati qui sotto.

 

Documenti per approfondimenti

 

Esempi di prove