L’approccio scientifico e metodologico del corso permetterà ai laureati di dominare la complessità dei moderni sistemi informatici, consentendo l’inserimento nel mondo del lavoro e della ricerca con ruoli di responsabilità. Tra le figure professionali che saranno formate vi sono esperti nella progettazione di sistemi informatici e nella progettazione e sviluppo di infrastrutture di comunicazione. Il laureato magistrale in Informatica sarà in grado di comprendere e definire nuove tecniche che permettono di risolvere problemi computazionali complessi con una opportuna integrazione tra fondamenti scientifici e sperimentazione tecnologica. Il laureato magistrale in Informatica potrà accedere ai livelli di studio universitario successivi, quali il Dottorato di Ricerca in Informatica. Infine, un laureato nella classe LM-18 può iscriversi all’albo degli Ingegneri, sezione A, settore dell’informazione, superando l’esame di Stato per l’abilitazione alla professione informatica.

Percentuale di impiego nei neolaureati